Il commissario Nardone: anticipazioni seconda puntata 13 Settembre

 

anticipazioni rai 1,il commissario nardone,anticipazioni il commissario nardone,puntata 13 settembre il commissario nardone,episodi il commissario nardone,Nuova puntata, questa sera su Rai 1 alle 21:10, della serie Il commissario Nardone. Il primo episodio, intitolato “Tradimenti”, vede il commissario impiegato nell’indagine di un omicidio. Si tratta di Sofia Piacentini, moglie di un noto avvocato,trovata morta nella sua auto. In concomitanza all’omicidio della donna, Nardone continua le sue indagini su Barone e cerca la collaborazione delle vittime dell’usuraio. In particolare si rivolge alla moglie di un commerciante,il quale si è suicidato a causa dei debiti.

Intanto le indagini sull’omicidio della Piacentini procedono grazie a Rizzo e Muraro, i quali scoprono che nelle ultime settimane ci sono state altre rapine con modalità analoghe. Mettono a punto un piano per intrappolare i ladri. Con la collaborazione di Flò e Suderghi, il piano ha successo. I ladri si dicharano colpevoli delle rapine ma non dell’omicidio della Piacentini. A questo punto è chiaro che l’assassino di Sofia conosceva bene il modo di operare dei ladri e c’è un solo modo per conoscere le loro azioni:essere stata vittima della banda. Le indagini proseguono e salta fuori il nome di Paolo Raimondi:un praticante che esercita la professione presso lo studio legale dei Piacentini. Dopo un lungo interrogatorio Paolo confessa di aver avuto una relazione con Sofia. La donna si era infatuata al punto da  voler lasciare il marito. Tutto questo per Paolo significava la fine della carriera.

Dopo aver risolto positivamente il caso di omicidio, Nardone riceve altre buone notizie sulle indagini del Barone: le intercettazioni telefoniche avviate in precedenza stanno portando i suoi frutti. Infatti si scopre che a minacciare i commercianti è il latitante  Bosso. Purtroppo mentre ascoltano un’ intercettazione la linea s’interrompe improvvisamente: il tecnico STIPEL,  addetto a rintracciare la chiamata muore.

Nel secondo episodio, intitolato  “Il Falsario”, si cerca di completare il lavoro che Stipel stava svolgendo.Prima di morire, infatti, era riuscito a circoscrivere la zona da cui proveniva la chiamata:Trezzano sul Naviglio. Intanto il commissario è impegnato in un nuovo omicidio:quello di Carlo Torcia, un  noto e stimato incisore. Le indagini iniziano: vengono interrogati i vicini tra cui Volterra  e l’ex cameriera Mirella  del Torcia  ma non portano a niente. Un solo particolare emerge: il ritrovamento di un mazzo di chiavi non appartente alla vittima. Grazie allo spirito d’osservazione del commissario, qualcosa emerge: la casa della vittima sembra avere qualcosa in più rispetto a quella dei suoi vicini: un muro finto. Questo muro porta ad una stanza segreta, nella quale la vittima falsificava passaporti e banconote. A questo punto il commissario ricostruisce il puzzle:emerge che l’ex cameriera conosceva la stanza segreta e l’attività che il Torcia svolgeva e , per coprire i debiti di gioco del figlio Lucio, lo minacciava.  Nel momento in cui la vittima si è rifiutata di cedere ai ricatti ne è nata una colluttazione, finita in tragedia.

Il commissario Nardone: anticipazioni seconda puntata 13 Settembreultima modifica: 2012-09-13T11:35:11+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento