Report: anticipazione 18 Dicembre

report,anticipazione report,argomenti report,intervista report,ospiti report,riassunto report, anticipazione puntata 18 dicembre,terre report,fondo italiano d’investimento,Appuntamento con Report, questa sera su Rai 3 alle 21:30. Milena Gabanelli, insieme al supporto del team, affronteranno il problema della Terra. In periodo di crisi, come quello che stiamo vivendo, è difficile accettare l’idea che, le terre, sulle quali si coltiva il cibo che mangiamo, vengono abbandonate. Perché? Semplicemente perché non conviene coltivarle, i costi sono elevati ed è più conveniente importare il cibo.  Per i nostri agricoltori è più fruttuoso coltivare all’estero. Subentra un altro problema:accaparrarsi i terreni oltre confine.

Si ha una corsa spietata sui terreni africani dove vi è l’incontro, da una parte, di governi compiacenti  e, dall’altra parte, investitori disposti ad “accaparrarsi” tutto. Come sempre chi ci rimette sono i poveri contadini del posto che si vedono espropriare i terreni.

Milena riprenderà un argomento iniziato un anno e mezzo fa: la nascita del Fondo italiano d’investimento.
Su iniziativa del Tesoro è stato istituito il Fondo italiano con una base di partenza di  1 miliardo e 200 milioni di euro. L’obiettivo del Fondo era quello di incentivare la crescita e l’internazzionalizzazione delle piccole e medie imprese. Per la  nascita del  Fondo hanno partecipato   le Banche e la Cassa Depositi e Prestiti, di cui il 70% è di proprietà dello Stato. Il funzionamento del Fondo si basa sul meccanismo del private equity, ossia si finanzia l’impresa( in diversi modi : ad esempio sottoscrivendo nuove azioni o acquisendo quelle già esistenti) divendando un socio di minoranza. Report vuole fare il punto della situazione: chi sta beneficiando del Fondo italiano d’investimento?
Questi sono solo alcuni degli argomenti affrontati da Report. Per saperne di più sintonizziamoci su Rai 3 alle 21:30.

Report: anticipazione 18 Dicembreultima modifica: 2011-12-18T00:23:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo