Indiana Jones e l’ultima crociata, Connery/Ford accoppiata vincente

Indiana Jones e l’ultima crociata, Indiana Jones, connery, Harrison Ford, film cinemaAlcune scene del film a fine post.

Dopo un veloce passaggio nell’infanzia del giovane Jones, versione boyscout, nello Utah, ritroviamo l’avventuroso archeologo ventisei anni anni dopo, durante il ritrovamento di un’antica reliquia, la croce di Coronado. L’obiettivo da quel momento è dimostrare l’esistenza e recuperare il Santo Graal, mistica reliquia che la leggenda vuole avere le fattezze di un calice dal quale Gesù bevve durante l’ultima  cena.

In questo terzo capitolo, Indiana Jones dovrà lanciarsi nell’ennesima spericolata missione di recupero, che lo porterà da Venezia alla Turchia, inseguito dai nazisti e accompagnato dal padre sulle tracce di un vero e proprio mito.
Dopo la tappa esotica de Il tempio maledetto si torna alle atmosfera mistiche del primo capitolo, con l’aggiunta di un rapporto padre-figlio che diventa il fulcro della storia, grazie ad all’accoppiata Connery/Ford. Un ideale mix di azione, avventura e soprattutto ironia.

Indiana Jones e l’ultima crociata, Connery/Ford accoppiata vincenteultima modifica: 2011-11-03T04:00:00+01:00da deanna2011
Reposta per primo quest’articolo